Vivi bene e non fare del male

Nonna Ines arriva a 100 anni
Messa, ricamo e lavatoio, Ines Stefanelli si è gustata anche una fetta di torta al cioccolato nel giorno del suo centesimo compleanno

SAN FERMO DELLA BATTAGLIA La signora Ines Stefanelli, nata il 21 gennaio del 1909, ha compiuto un secolo di vita. E l’ha fatto come piace a lei: gustandosi un’ottima fetta di torta circondata dagli affetti più cari e dalle tante persone che sono corse all’oratorio di S. Fermo per applaudire questa bella signora, su cui il tempo è scivolato senza fare grandi danni giacché ha mani sorprendentemente giovani e morbide, mentre il viso ha mantenuto una curiosa vivacità. «Della prima guerra non ricordo molto ero piccola, i miei avevano un mulino in Val Mulini e io chissà perché avevo sempre i piedi freddi, dell’altra guerra non voglio ricordare niente però è stato in quel periodo che io e mia sorella abbiamo conosciuto i fratelli Butti di San Fermo e ci siamo innamorate e sposate, della mia famiglia, invece, ricordo tutto: i miei quattro figli di cui due sono insieme al papà in paradiso, i miei nipoti, tutti belli e bravi, mia sorella che va per i 104 anni e non è qui solo per il raffreddore…».

Geneticamente fortunate, si direbbe.

«Sa che mio marito era il messo comunale? Riprende «e se fosse stato più ambizioso sarebbe diventato sindaco, gli volevano tutti bene, lo rispettavano e non ha mai smesso di mancarmi, mio figlio è uguale a lui» poi si perde negli abbracci e nei brindisi, alzandosi commossa a ricevere la targa ricordo dalle mani del primo cittadino, Pierluigi Mascetti.

«Mangia di tutto e senza problemi» continua sua figlia Rosalda che da sempre vive con la madre» è completamente autonoma e se non fosse per qualche problema di udito sarebbe più in gamba di me…pensi che aveva già compiuto 85 anni quando è salita su un aereo per la prima volta, siamo andati a Lourdes e lei tranquilla come una Pasqua». Forse il segreto di una longevità tanto serena va ricercato anche nella semplicità della sua vita: la cura dei figli, il lavatoio, il ricamo, la messa, il risparmio quale fonte di guadagno, e un motto: vivi bene e non far del male, che la vita è breve…

Marialuisa Righi



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...