Da Lourdes si torna con il cuore in pace

A Lourdes si va portando le pene della vita, ma si ritorna in pace e con il cuore in gioia

Sanremo – La storia degli oltre 150 anni, è ricca di fatti straordinari: conversioni clamorose, guarigioni miracolose, rinnovati e rafforzati propositi di vita cristiana

Sono parecchi anni che mi reco a Lourdes per la festa dell’11 febbraio, anniversario della prima apparizione della Immacolata a Bernardetta, eppure ogni volta provo sempre qualcosa di nuovo. Mi impressiona e stupisce il numero crescente di pellegrini, che pongono ai responsabili dei Santuari Lourdiani numerosi problemi per consentire alla moltitudine di persone la migliore partecipazione alle suggestive e solenni celebrazioni. A Lourdes, dove si può toccare con mano la dimensione universale della Chiesa, sorge spontaneo, incontrando gli sguardi e osservando il comportamento dei pellegrini, chiedersi il motivo che ha sollecitato la venuta di questa folla strabocchevole di persone. Le risposte sono tante, forse quante sono le persone stesse, però credo che non si possa prescindere da un fatto comune e, cioè, una forte attrazione interiore, come quella che ha condotto Bernardetta alla grotta di Massabielle, anche se a Lourdes va chi è spinto da curiosità; addirittura chi per trovare una prova a conferma del proprio giudizio scettico e avverso ad un fenomeno supposto mistificatore; c’è chi cerca e invoca un aiuto dall’alto; chi sofferente nel fisico o nello spirito si affida alla Madre celeste. La storia degli oltre 150 anni, è ricca di fatti straordinari: conversioni clamorose, guarigioni miracolose, rinnovati e rafforzati propositi di vita cristiana. Perché qui la Vergine chiama i peccatori alla conversione, qui fa sentire il bisogno intenso della preghiera, qui fa aprire il cuore alla sollecitudine verso i sofferenti e i malati. Così attorno alla grotta sono sorte le basiliche per l’incontro con il Signore nei sacramenti, e le piscine, dove l’acqua sgorgata prodigiosamente, diventa un caldo abbraccio materno di Maria che conforta, guarisce i tribolati nel corpo e nello spirito. Insomma a Lourdes si va portando le pene della vita, ma si ritorna in pace e con il cuore in gioia.

E’ possibile ascoltare il Punto in formato audio cliccando su questo link .
Ricordiamo, inoltre, che la rubrica va in onda su Radio Amicizia ogni domenica alle 9,15 e il lunedì alle 7,15

di Don Giacomo Simonetti



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...