Vade retro “Mattino”

Linguaggio del “Mattino” sotto accusa a Pop Politik. In studio, giovedì 12 marzo, scontro tra “la merla” Renza De Dea e Don Feliciani. Dì la tua!

Qualcuno dimentica una copia del Mattino tra i banchi della sua chiesa, e Don Feliciani tuona il suo j’accuse contro il domenicale del Movimento della Lega. “Il Mattino è un settimanale che non sempre dice sciocchezze, ma che usa un linguaggio osceno al quale non possiamo assuefarci, tacendo, invece di avere uno spirito critico”, ha detto l’arciprete di Chiasso durante l’omelia di domenica scorsa.

“Il premio Nobel per la letteratura Octavio Paz – ha pure ricordato – ha detto che quando una società è guasta la prima cosa che imputridisce è il linguaggio”. Don Feliciani non giudica la linea politica del giornale, ma le sue modalità espressive. “Ad esempio il fotomontaggio in prima pagina della grotta di Lourdes utilizzato qualche tempo fa – ha spiegato il prete – è stata una chiara mancanza di rispetto ai molti ammalati che si sono recati con fede e speranza in questo santuario mariano”. Per don Feliciani non si può sempre tacere. Le parole hanno un peso e spesso preludono le azioni.

E tu cosa pensi del linguaggio del Mattino? È solo ironia oppure è strumento di ricatto? Le prime pagine del domenicale sono tutte da ridere oppure sono specchio dell’imbarbarimento della nostra società?

Ne parliamo giovedì 12 marzo a Pop Politik. In diretta radio-tv faccia faccia tra don Feliciani e la leghista Renza De Dea. Dì la tua nel blog, oppure manda tra le 13 e le 13.45, sempre giovedì 12 marzo, un sms al 939 con la scritta “diretta” tra le 13 e le 13.45.

Fonte articolo



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...