Alemanno a Lourdes “pellegrino tra i pellegrini”

Roma, Alemanno a Lourdes “pellegrino tra i pellegrini” con Orp

Roma, 24 giu (Velino) – Ci sarà anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, tra i pellegrini della diocesi di Roma che si recheranno a Lourdes dal primo al 4 settembre prossimi. Sarà “pellegrino tra i pellegrini, con un approccio di semplicità e umiltà, senza titoli e incarichi sulle spalle” ha detto nel corso della conferenza stampa che si è svolta in Campidoglio per presentare il progetto “La Città di Roma a Lourdes” con cui il Comune partecipa quest’anno al pellegrinaggio diocesano, organizzato dall’Opera romana pellegrinaggi e presieduto dal cardinale Vicario di Roma, Agostino Vallini. L’appuntamento è, infatti, entrato nel ventaglio delle proposte di viaggio che l’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti del Comune di Roma (Ipa) offre ai circa 36 mila associati. I quali potranno godere di una speciale rateizzazione del costo dell’intero pacchetto, che sarà interamente anticipato a Orp dall’Istituto di previdenza. Alemanno sottolinea il valore “spirituale e culturale” di questa iniziativa, e sottolinea la collaborazione ormai rodata tra le istituzioni cittadine e quelle ecclesiali.

Oltre al fatto che farsi pellegrini “ci aiuterà a capire meglio i pellegrini” che giungono a Roma. Per il sindaco – che sarà accompagnato dalla moglie Isabella Rauti – è il primo pellegrinaggio a Lourdes. Monsignor Luigi Moretti, vice gerente della diocesi di Roma, è a quota 67. Ha ocminciato come animatore pastorale, prima ancora di diventare sacerdote. Anche lui sottolinea la collaborazione tra istituzioni diocesane e cittadine, in fondo – osserva – “nel territorio della diocesi vivono le stesse persone che sono cittadine di Roma”. Dunque la cooperazione non solo è positiva, ma auspicabile. E questa iniziativa dimostra una volta in più “la volontà e il cammino di una proficua collaborazione”. Monsignor Moretti puntualizza anche la volontà del cardinale Vallini di “ricaratterizzare” l’annuale pellegrinaggio come “diocesano”, una caratteristica che si è un po’ persa nel corso degli anni, con la partecipazione di molte persone da fuori Roma. Tale intenzione si esprime anche nello slittamento del diocesano – sono attesi circa duemila pellegrini – a inizio settembre. Dal 22 al 29 agosto, invece, l’Orp organizza un pellegrinaggio nazionale, che quest’anno sarà guidato dal cardinale Ivan Dias, prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli. La rilevanza di questa iniziativa per il Comune di Roma è stata sottolineata anche dal presidente dell’Ipa, Massimo Nardi, insediato nel suo incarico da pochi giorni. Per lui, cattolico e impegnato in politica, è una sorta di “biglietto da visita” di “grande significato”, che – auspica – potrà aprire la strada a “una serie di iniziative in collaborazione tra Ipa e mondo cattolico”, e fare da volano per un “rilancio del turismo religioso tra i dipendenti del Comune e i cittadini di Roma”.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...